Carlo Bernardini ci ha lasciato. Amava la fisica e la storia della fisica.

Carlo amava la fisica e amava la storia della fisica: ha perseguito i suoi ideali e ha profuso la su passione con tutto l’impegno del quale era capace. Le sue vittorie è facile enumerarle ed esaltarle.

Ma non dimentichiamo che il suo impegno civile a favore di una comportamento razionale del quale la scienza era parte integrante è stato più volte messo in discussione. A Montalto di Castro la centrale nucleare, alla quale era favorevole, non c’è. Un istituto di Storia della fisica al quale ambiva per dare una veste critica alla formazione del fisico non è stato mai istituito. Lo stesso insegnamento di Storia della Fisica per il quale si era battuto a Roma, e non solo, è in gravi difficoltà. Sembra quasi che combattesse contro un avverso spirito del tempo. Poichè non era un visionario vale la pena chiedersi perchè e, se crediamo nel suo impegno, cosa possiamo fare.

Pasquale Tucci

 

Ricordo di Piero Bianucci

 

Ricordo di Pietro Greco

Segnalaci una notizia o un evento

Se vuoi segnalarci una notizia o un evento, puoi compilare la form qui sotto. Grazie per la collaborazione!









Inserisci i caratteri visualizzati

captcha